skip to Main Content
Prodotti Per Lucidare L’auto: Quali E Come Scegliere

Prodotti per lucidare l’auto: quali e come scegliere

L’offerta di prodotti per la lucidatura auto, sia per professionisti che per il fai da te, è davvero molto ampia. Ma come scegliere i prodotti giusti ed ottenere risultati efficaci e duraturi? È quello che scopriremo in questo articolo.

Non si può parlare di lucidatura senza considerare la gamma dei prodotti disponibili sul mercato, ma sono talmente tanti e diversi tra loro che sarebbe impossibile fare un’analisi oggettiva e completa.

Faremo quindi una carrellata delle diverse categorie di prodotti disponibili, per capire a cosa servono e quali sono le caratteristiche utili per ogni fase del processo di lucidatura:

Ovviamente non mancheranno i nostri consigli, per scegliere il prodotto giusto in base alle tue esigenze e ai tuoi obiettivi. Avrai così una panoramica completa per poter cercare il prodotto migliore.

Prodotti per lucidare l'auto - Prelavaggio e Lavaggio

Prodotti per lucidare l’auto:
Prelavaggio e lavaggio

Sgrassante (o sgrassatore) per auto

È indispensabile per iniziare nel modo corretto il processo di pulizia dell’auto.

Viene utilizzato durante il prelavaggio per ammorbidire lo sporco più resistente e rimuovere le impurità.

Dal punto di vista tecnico è un prodotto a base alcalina (basica), particolarmente efficace nei confronti di tutti i residui grassi che con il tempo si depositano sulla vettura. Ne esiste una varietà quasi infinità, ma anche se molti promettono un “approccio delicato” la capacità detergente è sempre proporzionale al livello di aggressività (PH).

Il nostro consiglio

Scegli un prodotto professionale (meglio risparmiare qualche euro sullo shampoo, non qui) a ph alcalino medio (10-11), che possa essere applicato con la tecnica foam: in questo modo esso agisce senza dover strofinare la superficie e va semplicemente risciacquato dopo qualche minuto.

Ricorda che sono tutti prodotti molto concentrati, quindi se l’auto è molto sporca o lo strato di trasparente della carrozzeria è rovinato, diluisci il prodotto con più acqua. Sarà meno efficace, è vero, ma eliminerai il rischio di danneggiare la superficie.

Detergente per residui ferrosi, gli Iron Remover

Hai mai provato a rimuovere i residui ferrosi generati dalle pastiglie dei freni o, se vivi in città, dalle polveri dei tram e dell’inquinamento industriale?

È una tipologia di sporco molto resistente e può richiedere l’utilizzo di prodotti specifici, specialmente per la pulizia dei cerchi, è qui che entrano in gioco i cosiddetti “iron remover”.

Si caratterizzano per il colore violaceo che assumono una volta applicati per effetto dell’azione svolta sui contaminanti.

Il nostro consiglio

Attenzione: se i cerchi hanno parti metalliche scoperte o cromature non protette dal trasparente, si potrebbero verificare degli effetti collaterali spiacevoli. Meglio un prodotto specifico più blando, anche se richiederà un maggior impiego di tempo ed energia per raggiungere il risultato.

Ci sono in commercio anche iron remover a ph bilanciato, quindi meno aggressivi, ma molto efficaci allo scopo.

Detergente per residui di insetti, escrementi ed altre sostanze acide

Sul mercato hai l’imbarazzo della scelta, ma attento a non prendere un prodotto specifico solo per i vetri se devi utilizzarlo per pulire la carrozzeria.

Il nostro consiglio

Leggi sempre le istruzioni, e se ti promettono un detergente neutro che “non danneggia le vernici e le parti in plastica, ma in presenza di vernici delicate, morbide o monostrato si consiglia di procedere con cautela…” vuole dire che, forse, tanto neutro non è.

Se hai fatto correttamente il prelavaggio e proseguirai con la fase di decontaminazione, non serve utilizzarlo. Lo sgrassante, lo shampoo ed, eventualmente, l’iron remover possono bastare.

Shampoo per auto tradizionale

La categoria degli shampoo per auto vanta una offerta molto articolata, ma con poche differenze in termini di risultati.

C’è chi sostiene che un buono shampoo non deve necessariamente fare schiuma. Sarà vero, ma la schiuma è indicatore della presenza dei tensioattivi, i principali agenti pulenti che sollevano ed incapsulano lo sporco, permettendone la rimozione.

Se hai a cuore il rispetto della natura, poni la giusta attenzione nella scelta, perché “biologico” non è necessariamente sinonimo di “biodegradabile“.

Il nostro consiglio

Se hai effettuato correttamente il prelavaggio basta un detergente neutro.

Scegline sempre uno che contenga additivi antiabrasivi o lubrificanti. Aiuterà ad evitare il rischio di segnare la vettura durante lo strofinamento con il guanto o la spugna.

Shampoo per auto con protettivi, cere, brillantanti

Ne puoi trovare di molti tipi: profumanti, brillantanti, protettivi con cera…

Solitamente garantiscono proprietà protettive limitate ad agenti inquinanti quali polvere e pioggia e caratteristiche utili a migliorare la finitura estetica nel breve periodo.

Il nostro consiglio

Se non vuoi fare una lucidatura vera e propria, ma ti fermerai al lavaggio, puoi scegliere uno shampoo con un additivo finalizzato ad aumentare il gloss (brillantezza) e la protezione (cera).

Shampoo per auto rinseless e shampoo waterless

I rinseless sono stati creati per utilizzare poca acqua ed hanno la caratteristica di non dovere essere risciacquati. Completata la pulizia con il guanto (probabilmente in più passaggi, a seconda dello sporco sulla vettura) si procede con l’asciugatura.

I waterless, invece, si utilizzano in totale assenza di acqua. Applicazione e rimozione avvengono completamente a secco.

Il nostro consiglio

Non aspettarti risultati miracolosi. I waterless, ad esempio, possono andare bene se è presente solo una leggera patina di polvere, altrimenti rischierai di segnare la superficie.

Prodotti per lucidare l'auto - Decontaminazione carrozzeria

Prodotti per lucidare l’auto:
Decontaminazione della carrozzeria

Clay bar

Ti ricordi il Pongo con cui giocavamo da piccoli? Ecco, la Clay Bar ha una consistenza molto simile, ed è comunemente conosciuta come “barretta d’argilla“.

Questo prodotto ha funzioni davvero miracolose, si strofina manualmente sulla carrozzeria dell’auto con l’ausilio di un lubrificante ed è in grado di rimuovere tutti i residui e le impurità (insetti, calcare, polveri industriali, smog, aloni, ecc.) su cui un normale lavaggio non risulta abbastanza efficace.

Attenzione alle barrette ad elevato potere abrasivo: richiedono una certa esperienza e manualità per non rischiare di lasciare segni sulla vettura.

Clay microfibra

È un panno morbido in microfibra con uno strato di argilla su uno dei due lati.

Si utilizza sempre manualmente ed è più comodo rispetto alla Claybar, anche se più costoso, chi lo vende sostiene che è anche più veloce ed ugualmente efficace.

Clay pad

In questa versione il composto di argilla è applicato su un tampone da utilizzare con una lucidatrice.

Garantisce la stessa efficacia della Claybar, ma è senz’altro molto più rapido.

Prodotti per lucidare l'auto - Rimozione dei difetti

Prodotti per lucidare l’auto:
Paste abrasive e lucidanti per la rimozione dei difetti della carrozzeria

Sono generalmente dei fluidi che contengono micro-granuli di sostanze dure, si classificano di solito in tre categorie e hanno la stessa unità di misura delle carte abrasive.

In effetti agiscono allo stesso modo, si usa la grana grossa per eliminare i segni più profondi, ma allo stesso tempo se ne producono altri più piccoli.

Per questo motivo, soprattutto per i graffi alla carrozzeria più gravi, è spesso necessario effettuare più passaggi con grani abrasivi sempre più fini.

Per l’applicazione è senz’altro consigliabile utilizzare una lucidatrice, soprattutto per i prodotti maggiormente abrasivi.

Se invece hai deciso di fare a mano, sappi che ti servirà molto più tempo, pazienza e olio di gomito.

Compounds

È la famiglia dei lucidanti a maggiore potere abrasivo (corrispondente alla grana 1000-1500 delle carte abrasive).

Viene utilizzata per la rimozione dei segni più profondi (spesso si tratta di Rids); richiede un’applicazione attenta e prudente, e anche un po’ di esperienza per evitare di asportare troppo trasparente col rischio di scoprire la base verniciante della vettura.

Il nostro consiglio

Se sei neofita della lucidatura meglio iniziare affrontando difetti meno gravi gestibili con prodotti più conservativi.

In ogni caso i compound richiedono sempre un successivo trattamento di finitura con un polish.

Abrasivi medi

La famiglia dei lucidanti medi (grana 2000-2500) si usa normalmente per riparare le imperfezioni moderate.

Il nostro consiglio

Per quanto oggi esistano prodotti molto evoluti dal punto di vista tecnologico, che consentono di raggiungere ottimi risultati di rimozione e buoni livelli di finitura, è sempre consigliabile un ulteriore passaggio con un polish.

Polish per auto

La famiglia dei lucidanti per la finitura (grana 3000) è molto efficace solo sulle micro-imperfezioni che riducono il livello di brillantezza della carrozzeria.

Queste imperfezioni spesso non sono visibili ad occhio nudo, ma riducono la capacità del trasparente di riflettere la luce.

Molti polish presenti sul mercato odierno sono dei prodotti ibridi, contengono infatti degli additivi a base di cera che aggiungono al processo di finitura un moderato livello di protezione.

Il nostro consiglio

Puntare su un prodotto con caratteristiche protettive può essere una buona soluzione se hai deciso di terminare qui la tua lucidatura.

Se invece intendi proseguire con un trattamento protettivo vero e proprio, non utilizzare prodotti che contengano cere.

Verifica che tra le caratteristiche del polish ci sia la funzione anti-ologramma: è abbastanza facile produrli durante il processo di rimozione dei difetti, soprattutto se non sei esperto.

Di solito gli ologrammi tendono ad essere più visibili con il passare del tempo, quando le caratteristiche coprenti della cera, che progressivamente si consuma, tendono a ridursi.

Glaze

I Glaze sono prodotti con caratteristiche brillantanti, senza alcuna capacità abrasiva. Molto spesso si trovano anche come additivi nei polish.

Contengono oli o altre sostanze che assolvono la funzione di aumentare l’intensità del colore e la lucentezza, inoltre coprono i difetti della vernice più lievi. Il beneficio è puramente estetico e limitato nel tempo.

Il nostro consiglio

Utilizzali solo se non vuoi applicare una cera od un altro protettivo, perché lo strato di glaze riduce l’efficacia e la durata del protettivo stesso.

Prodotti per lucidare l'auto - Protezione della carrozzeria

Prodotti per lucidare l’auto:
Protettivi per la carrozzeria e la verniciatura

Cera per auto

È la categoria di protettivi per l’auto più comune e utilizzata, soprattutto nel fai da te.

Le migliori cere naturali sono tutte a base di Carnauba. La qualità di queste cere dipende molto, oltre che dalla trasparenza, dalla sua purezza. Sul mercato si trovano tantissime marche e prodotti che ne contengono una percentuale che va dal 5 al 60%.

Se però trovi un prodotto puro al 100%, diffida perché è impossibile, oltre che inutilizzabile, visto che una delle caratteristiche principali della Carnauba è la durezza.

Purtroppo l’efficacia di un trattamento con la cera ha una durata media breve, che varia da poche settimane ad un massimo di 2/3 mesi, in funzione del prodotto applicato, delle condizioni climatiche e dell’inquinamento ambientale.

Un’altro limite delle cere è la ridotta resistenza al calore, il punto di fusione della Carnauba è di 82 °C. Avrai sicuramente provato a lasciare l’auto al sole d’estate, soprattutto se scura, e quindi sai che la carrozzeria può diventare bollente!

Il nostro consiglio

Le cere sono disponibili per applicazione sia con lucidatrice che manuale. Soprattutto per il fai da te, secondo noi la seconda soluzione è preferibile. In questo caso, però, scegli un prodotto fluido e cremoso: sarà più facile da applicare e rimuovere rispetto a quelli più pastosi.

Ricordati di non eccedere con il quantitativo di cera applicata, altrimenti dovrai procedere ad una rimozione dell’eccesso (operazione non semplice); è preferibile, piuttosto, applicare più prodotto in una serie successiva di strati, ricordando di attendere il tempo necessario alla completa asciugatura prima di procedere con la mano successiva.

Sigillante per auto

Il sigillante per la protezione dell’auto è una sorta di “cera sintetica“. È stato creato per essere più resistente e duraturo, di norma da 3 a 6 mesi, ma risulta un po’ meno efficace delle migliori cere in termini di brillantezza e luminosità.

Essendo più duro della cera naturale, un sigillante migliora il grado di protezione alle abrasioni.

Negli ultimi anni sono stati sviluppati prodotti che ne facilitano l’applicazione, pensati per il fai da te. Proteggere l’auto con un sigillante non è più, quindi, un lavoro esclusivo per i professionisti, anche se accortezza ed esperienza aiutano a non sbagliare.

Tieni presente che il sigillante, così come la nanotecnologia, a differenza della cera, non copre i difetti di una lucidatura non perfetta. Questa è la ragione per cui quest’ultima rimane il prodotto preferito in ambito fai da te.

Il nostro consiglio

Distribuiscilo con molta attenzione, senza fretta: devi fare in modo che il film protettivo sulla carrozzeria sia il più sottile possibile.

Nanotecnologia auto

In termini di protezione i prodotti a base nanotecnologica sono, in assoluto, quelli più performanti. La loro durata varia dai 2 ai 5 anni.

Le connessioni inorganiche ottenute con la nanotecnologia sono prive di sostanze che assorbono la luce ultravioletta e sono quindi inattaccabili sia dalla luce che dall’ozono.

Hanno una struttura molecolare reticolare che conferisce una stabilità straordinaria e grande energia coesiva. Una volta applicato, il prodotto crea uno strato di rivestimento idro e oleorepellente estremamente solido e resistente agli agenti atmosferici.

A differenza di cere e sigillanti, i prodotti disponibili sul mercato in ambito fai da te non sono moltissimi ed i migliori hanno prezzi decisamente elevati.

La loro applicazione avviene manualmente ed è abbastanza semplice, ma è indispensabile che la superficie su cui viene applicato il prodotto sia stata lavorata in precedenza con grande cura ed attenzione.

Il nostro consiglio

Tieni presente che i prodotti più performanti (e costosi) sono molto difficili da rimuovere.

Per chi è alle prime armi quindi, consigliamo di scegliere un prodotto più economico. Anche se la durata del trattamento protettivo potrebbe essere molto inferiore alle aspettative, avrai modo di fare esperienza prima di passare ad un prodotto più costoso.

Se invece sei un tipo che non vuole compromessi, il consiglio è quello di farlo applicare da un professionista in grado di preparare nel modo migliore il supporto eliminando tutte le imperfezioni che, in caso contrario, il trattamento nanotecnologico andrebbe a proteggere e rendere ancora più evidenti.

Per saperne di più su come utilizzare i diversi prodotti nel ciclo di lucidatura auto, continua a seguirci. Nei prossimi articoli scopriremo in dettaglio ogni singola fase, le tecniche utilizzate dai professionisti e i migliori consigli per il fai da te.

Back To Top