skip to Main Content
I Protettivi Nanotecnologici Per Vetri E Parabrezza

I protettivi nanotecnologici per vetri e parabrezza

Nanotecnologie idrorepellenti. Non è semplice pulizia dei vetri auto: si tratta di migliorare la visibilità e la sicurezza al volante.

In campo automotive la funzione dei protettivi nanotecnologici non si riduce solo alla carrozzeria; anche plastiche, cappotte, cerchi in lega, interni in tessuti o pelle e vetri possono essere trattati ottenendo gli stessi benefici.

Se vuoi saperne di più sul trattamento nanotecnologico per l’auto leggi qui

Sulla base della nostra esperienza forniremo una serie di informazioni di base, consigli e suggerimenti per l’applicazione fai da te dei prodotti nanotecnologici dedicati a vetri e parabrezza.

Quali sono i benefici dei protettivi nanotecnologici per vetri e parabrezza?

La nanotecnologia offre numerosi benefici se applicata a superfici quali i cristalli auto, nello specifico:

  • Idrorepellenza e oleorepellenza
  • Effetto Loto: l’acqua scorre via aumentando la visibilità in caso di pioggia
  • Miglior isolamento termico: aumenta la resistenza sia al gelo che al calore
  • Maggiore resistenza ai graffi
  • Migliore scorrimento delle spazzole tergicristallo: diminuisce l’usura, aumenta la durata e la pulizia del vetro diventa più facile ottenendo un risultato qualitativo più alto.

Una precisazione: sottoporre parabrezza e lunotto posteriore ad un trattamento nanotecnologico non elimina completamente l’utilizzo dei tergicristalli, ma ne riduce la frequenza d’uso e non è più necessario azionarli alla massima velocità.

Gli accorgimenti da seguire prima di applicare i protettivi nanotecnologici

Un trattamento nanotecnologico a vetri e parabrezza dell’auto è di certo un’operazione più semplice che non quella effettuata sulla carrozzeria, ma gli accorgimenti da osservare non cambiano:

  • Per una perfetta adesione del protettivo nanotecnologico la superficie interessata al trattamento deve essere perfettamente sgrassata e pulita
  • I prodotti nanotecnologici non rimuovono segni e graffi; sarebbe opportuno procedere prima con un intervento di lucidatura. Il vetro è un elemento duro, difficile da lucidare quindi, a meno che non abbiate tanta esperienza nel campo dei fa da te, è consigliabile rivolgersi ad un professionista per questa attività complessa e, al contempo, delicata.
  • Un parabrezza segnato può distorcere di molto la luce proiettata dagli altri veicoli e ridurre significativamente la qualità del campo visivo, soprattutto di notte.

Qual è la durata di un trattamento nanotecnologico fai da te per vetri e parabrezza?

  • Per i vetri laterali la durata del trattamento dipende direttamente dalle caratteristiche e dalla qualità del prodotto e della sua applicazione (quello scelto da Carrozzeria Golgi è garantito 5 anni)
  • Lunotto e parabrezza, sottoposti all’attrito delle spazzole tergicristallo, devono essere trattati con maggior frequenza. La durata di un’applicazione di protettivo nanotecnologico fai da te può variare tra i 6 e i 24 mesi.

Come scegliere un prodotto di buon livello?

Il mercato propone molte soluzioni e prezzi abbastanza diversi tra loro. Vi consigliamo di porre la massima attenzione nella scelta, soprattutto per quelli molto economici.

Prodotti a partire da 5€ hanno costi ridotti ma anche efficacia e durata nel tempo decisamente ridotte; spesso addirittura inferiori al mese.
Si può considerare come buono, tra le opzioni per il fai da te, un prodotto del valore attorno ai 15€ circa (tenete in considerazione che quelli professionali arrivano anche a superare i 40€).

Diversi produttori, inoltre, forniscono indicazioni di durata non basandosi sul tempo ma sul numero di chilometri; a nostro giudizio non ha molto senso perchè la distanza che un auto percorre dopo un trattamento nanotecnologico non è correlata al tipo di clima.

Suggerimenti e consigli di applicazione

  • L’applicazione deve essere effettuata possibilmente in un luogo coperto e ad una temperatura non superiore ai 25/30°.
  • Lavorare sotto il sole diretto o in presenza di forte vento è sempre da evitare.
  • La maggior parte dei prodotti in commercio prevede un processo in due fasi: l’applicazione, che deve essere fatta in maniera uniforme e senza eccedere in quantità e quella di rimozione dei residui, una volta completata la polimerizzazione. Se dopo il trattamento si notano riflessi o aloni (più facilmente visibili quando si viaggia di notte) è segno che l’applicazione non è stata eseguita nel modo corretto o che il prodotto utilizzato è di scarsa qualità.
  • Se non in perfetto stato è sempre consigliabile sostituire le spazzole tergicristalli al termine del trattamento nanotecnologico del parabrezza o del lunotto.

In conclusione: ne vale la pena?

A differenza del trattamento nanotecnologico ad altre parti della vettura, come la carrozzeria, che produce benefici di carattere estetico, nel caso di parabrezza, lunotto e vetri in gioco c’è, prima di tutto, la sicurezza di chi viaggia.

Una migliore visibilità è il primo strumento di “sicurezza attiva”, quindi è senza ombra di dubbio consigliato e consigliabile eseguire un trattamento con protettivo nanotecnologico, sia nel fai da te che in ambito professionale.

Ci vedo! è il trattamento specifico per il parabrezza dell’auto in due fasi

Se sei interessato ad aumentare la visibilità e la sicurezza quando sei in auto, ma non hai una grande esperienza nel fai da te o solo non hai abbastanza tempo da poter dedicare alla cura della tua auto Carrozzeria Golgi ha studiato delle Gift Box ideali. 

Scopri il pacchetto “Ci Vedo!”: con decontaminazione e trattamento nanotecnologico del parabrezza per aumentare la tua “sicurezza attiva”

GiftBox Ci vedo! - Trattamento nanotecnologico parabrezza auto

€ 39,00 iva inclusa

Back To Top