skip to Main Content
Guidi Un’auto Sicura? Te Lo Dice EuroNCAP

Guidi un’auto sicura? Te lo dice EuroNCAP

La sicurezza in caso d’incidente stradale è un requisito fondamentale e l’impegno dell’industria automobilistica nella progettazione e produzione di automobili in grado di migliorare la protezione di guidatore, passeggeri e pedoni è progressivamente aumentata fino a diventare una delle priorità principali, anche in funzione della spinta di normative sempre più esigenti.

Non sempre però questo tema è centrale tra i criteri di selezione di chi è in procinto di acquistare un auto. Quanti di noi ad esempio hanno verificato i dati di crash test (prove d’urto) della propria vettura prima di recarsi in concessionaria per firmare il tanto sospirato contratto? E quanti sanno quali sono le principali caratteristiche ed i fattori più importanti che rendono una auto sicura?

Sono diversi gli enti che nel mondo si occupano di valutazione in tema di sicurezza dell’automobile. Tra questi, in Europa, quello più accreditato è certamente l’European New Car Assessment Programme (EuroNCAP) essendo sostenuto dalla Unione Europea e dalle principali case automobilistiche.

Cosa fa EuroNCAP?

EuroNCAP si occupa di definire le modalità di valutazione della sicurezza delle automobili nuove tramite l’introduzione e l’uso, attraverso i cosiddetti crash test, di specifici protocolli di prova, in modo tale da poter offrire al consumatore informazioni armonizzate che possano permettergli di confrontare le diverse marche ed i diversi modelli disponibili sul mercato.

Per farlo, l’ente ha creato una valutazione della sicurezza espressa in stelle (da 1 a 5) che viene fornita in base ai risultati in quattro aree fondamentali:

  • protezione degli adulti (per il guidatore e passeggero);
  • protezione dei bambini;
  • protezione dei pedoni;
  • tecnologie di assistenza alla guida (Safety Assist).

La valutazione della sicurezza passa attraverso una serie di test che rappresentano diversi scenari di collisioni (impatto frontale, impatto laterale, test del colpo di frusta, ecc.) che potrebbero causare il ferimento o anche la morte degli occupanti del veicolo o di altri utenti della strada. Vengono inoltre presi  in considerazione una serie di parametri che rappresentano requisiti importanti per la protezione.

In particolare l’introduzione recente dell’analisi dei sistemi di Safety Assist è giustificata dall’esigenza di valutare le prestazioni di sicurezza del medesimo modello in assenza o presenza di tutti quei dispositivi che normalmente non fanno parte del pacchetto base di fornitura (soprattutto nei veicoli più economici), ma che possono fornire un contributo determinante in condizioni di pericolo.

La tua è una auto sicura?

Puoi scoprirlo molto facilmente attraverso questo link. Basta inserire nell’apposito modulo marca e modello della tua vettura.

Tieni presente però che i criteri di valutazione utilizzati da EuroNCAP sono stati modificati nel tempo e che quindi i confronti con veicoli di età molto diversa possono avere un valore relativo.

Sul sito di EuroNCAP troverai comunque una serie di informazioni senza dubbio utili al fine di aumentare la tua consapevolezza su ciò che è necessario al fine di garantire la tua sicurezza e quella di chi viaggia con te.

La sicurezza in tema di riparazione

Se gli sforzi dell’industria automobilistica per aumentare il tasso di sicurezza sulle vetture immesse nel mercato sono sempre più onerosi, lo stesso impegno deve essere posto da tutti gli attori della filiera ripartiva.

Anche su questo tema, forse, varrebbe la pena che chi è in procinto, suo malgrado, di portare la propria amata auto in carrozzeria, prestasse più attenzione alla struttura a cui decide di affidarsi. E lo diciamo perché troppe volte ci capita, purtroppo, di riscontrare sull’argomento scarsa attenzione da parte dei Clienti.

“Mi dedica cinque minuti per spiegarle nel dettaglio il tipo di intervento che effettueremo sulla sua auto?” – “No, guardi non ho proprio tempo, mi fido di lei, piuttosto mi conferma che pagherà tutto la compagnia assicurativa, vero?” A volte al posto di un tecnico esperto, in ufficio sarebbe sufficiente un risponditore automatico….

E invece, sarebbe meglio considerare che anche gli interventi apparentemente semplici, in funzione delle tecnologie applicate oggi alle auto, non sono mai banali e richiedono un grado di competenza e specializzazione elevato. E’ difficile oramai non interferire anche con un solo componente elettronico che svolge un proprio ruolo nel sistema di sicurezza attiva della vettura, qualsiasi sia il tipo di riparazione svolta.

Il legislatore, in materia, si è già espresso, introducendo il concetto di “riparazione in conformità“, ma ancora quasi tutti gli operatori del settore parlano di “intervento a regola d’arte”. Ma di artistico, o artigianale, oggi negli interventi di carrozzeria non c’è più nulla. Si tratta di utilizzare strumenti, tecniche, metodologie e processi studiati da chi le auto le costruisce e che devono essere applicati senza inventare o improvvisare niente.

Ti è mai capitato di consultare un manuale tecnico di riparazione di un qualsiasi modello di una qualsiasi casa automobilistica? Immaginiamo di no e in effetti questo è il nostro lavoro e non il tuo! A te spetta però la responsabilità di verificare che noi lo facciamo. Lo devi a te stesso, a chi viaggia con te e a tutti coloro che potrebbero essere messi in pericolo dal fatto che stai guidando un auto la cui sicurezza è stata compromessa da un intervento sbagliato, anche se a “regola d’arte”.

Non basta acquistare una auto sicura, ma occorre anche preservarne tali requisiti nel tempo….

Se sei interessato a saperne di più sul modo in cui operiamo in Golgi scopri come funziona il nostro processo di riparazione certificato,

Back To Top